Giorgio Cordini

Chitarrista e compositore

23 novembre 2018

Di Sergio Calonego de “L’isola che non c’era” una recensione di Senza Parole

Di Sergio Calonego de “L’isola che non c’era” una recensione di Senza Parole

SENZA PAROLE
A cosa serve fare un disco oggi è domanda complessa e non c’è una sola risposta. A cosa serva comprare un disco, invece, è domanda che porta a risposte più semplici. Personalmente sono convinto che comprare un disco serva a regalarci momenti di benessere, perché la musica è arredamento dell’anima. Senza parole, il disco realizzato da Giorgio Cordini, Ellade Bandini e Mario Arcari risponde perfettamente a questo requisito. Cosa nasconde questo disco? Diverse cose e tutte preziose. Innanzitutto direi che è molto interessante la formazione, perché un trio chitarra, batteria, fiati è già di per sé un fatto intrigante. Il disco contiene rivisitazioni in chiave strumentale di brani di Paolo Conte, Fabrizio De André, Ivano Fossati, Luigi Tenco e Francesco Guccini, brani che sono stati suonati da questi giovanotti (e come li volete chiamare se non così questi tre artisti che insieme fanno oltre 200 anni, ma che suonano e si divertono ancora come dei pazzi?) nel periodo delle loro collaborazioni con questi poeti della canzone. (qui nella foto, da sinistra, Mario Arcari, Ellade Bandini e Giorgio Cordini)…

Leggi l’articolo